storie

/

Occhi grandi e riccioli d’oro…

Ecco l’esperienza di Mena, educatrice in una delle nostre Oasi: «Quando quel 30 Agosto 2019 arrivai in Oasi mai avrei immaginato di imparare il vero significato della parola Vita. Ero inesperta, timorosa e soprattutto ignara del meraviglioso insegnamento che

da lì a poco avrei tratto. Ricordo con estrema amorevolezza i primi due scriccioli, presenti in quel periodo nell’Oasi: occhioni grandi e neri il primo, ricciolini biondi il secondo. Fin da subito mi hanno messa alla prova rendendo le giornate impegnative, ed ogni giorno era per me un giorno da imparare grazie a loro. Il tempo scorreva, inesorabile, con la consapevolezza che prima o poi sarebbe arrivata per loro una nuova famiglia pronta ad accoglierli e a dargli tutto l’amore di cui necessitavano. Lo stesso amore che i loro occhi trasmettevano, quando, andando via, stringevano tra le mani i loro giocattoli più cari. Neanche il tempo di metabolizzare, però, che insieme al nucleo residente siamo pronti ad aprire la porta a nuovi insegnanti di Vita».