news/

Vaccini, che dono!

Anche dopo il suo rientro in Italia il dott Guerriero porta avanti il progetto “Dammi un’Africaçana”. Come ci aveva raccontato lui stesso, una parte del tempo vissuto a Koupéla, il dott Guerriero e i suoi amici lo hanno impiegato per la somministrazione di vaccini e relativa informazione. Questo ha permesso di aver accesso al test per l’epatite e di conseguenza ai vaccini.

A distanza di un mese abbiamo potuto fare il richiamo della seconda dose sempre grazie al contributo lasciato da questi amici che hanno permesso di vaccinare non solo le ragazze della Maison Yougbarè ma anche altre donne che lavorano con noi.

Questo è quello che desideriamo per queste donne, formarsi oggi e costruire un futuro attraverso la formazione e la salute.

Speriamo di poter allargare ancora il cerchio della solidarietà.

Continua a seguirci e sostenere le nostre attività http://www.progettofamiglia.org/it/index.php?page=prova